ANTIEFFRAZIONE

Serramenti e infissi di sicurezza Sekur L’unica finestra che lascia fuori i ladri!


 In un tentativo di scasso il fattore tempo è fondamentale. Un ladro impiega tra i 2 e i 5 minuti per forzare una normale finestra, mentre ne spende 20 per forzare una finestra blindata. Un infisso antieffrazione con la tecnologia SEKUR rappresenta invece una vera e propria barriera di protezione, capace di scoraggiare qualsiasi tentativo di intrusione, risultando più efficace di sistemi tradizionali come allarmi o inferriate.  


Ferramenta a nastro di sicurezza.

Per ottenere la massima resistenza contro i tentativi di scasso e di intrusione, è fondamentale che la ferramenta oltre ad essere di sicurezza, sia montata perimetralmente sui quattro lati della finestra antieffrazione, sull’anta mobile e su quella semifissa per aumentare il numero dei nottolini antistrappo.

serramenti-di-sicurezza-antieffrazione

Nottolini antistrappo con sezione a fungo in acciaio.

La particolare conformazione del nottolino con profilo a fungo consente l’inserimento dello stesso all’interno di riscontri in acciaio a loro volta avvitati sul rinforzo presente nel telaio, l’insieme del sistema costituisce un nodo invulnerabile ai tentativi di scasso.

nottolino-finestra-antieffrazione-sekur

Ferramenta a nastro avvitata sull’acciaio.

Un rinforzo in acciaio sul quale è avvita tutta la ferramenta a nastro perimetrale, questo sistema unico ed innovativo garantisce elevatissimi valori di resistenza.

icona-viteacciaio-Sekur-1-300x300

Vetro di sicurezza.

Il vetro utilizzato nella Linea Sekur è uno stratificato 44.6, Categoria di resistenza P5A che in abbinamento all’innovativo sistema di incollaggio sull’anta, garantisce elevati standard di resistenza allo scasso

quattro_vetri


Sekur antieffrazione certificata.

Sekur è la prima finestra di sicurezza in Italia certificata RC3. La sigla RC (Resistance Class) sta ad indicare il grado di sicurezza di un infisso misurando la sua capacità di resistere ai tentativi di effrazione. Per “resistenza all’effrazione” non si intende che un serramento sia impenetrabile, ma capace di opporsi a vari attacchi, effettuati con diversi attrezzi, per un prolungato periodo di tempo.

Esistono diverse classi antieffrazione, la RC3 identifica gli infissi capaci di mettere in seria difficoltà i ladri. La prova a cui è stato sottoposta Sekur per ottenere la classe RC3, in base alla norma UNI EnV 1627-1630, è la simulazione per 20 minuti di un tentativo di effrazione, effettuato con l’impiego di attrezzi comunemente impiegati dai ladri per forzare i serramenti. Al termine della prova il serramento risultava ancora chiuso, impedendo l’accesso all’interno. 

Tempo dedicato al tentativo di effrazione:

Dopo oltre 20 minuti, tempo necessario per ottenere la certificazione RC3, la finestra Sekur è risultata ancora chiusa dopo essere stata sottoposta a vari tentativi di aggressione con l’impiego di diversi tipi di attrezzi.  Si è provato in seguito anche ad infrangere il vetro, senza raggiungere alcun risultato. 

Attrezzi utilizzati durante il test di effrazione:

Per effettuare il test antieffrazione sono stati utilizzati attrezzi come cacciavite di grandi dimensioni, cunei in legno e in plastica, giratubi, filo di acciaio, pinza regolabile, coltello, martello, trapano manuale, chiave inglese, piede di porco, mazza. 


Vendita e installazione serramenti anti effrazione - Milano
Nastro e cerniera anti effrazione per serramenti - Milano
Vetro anti effrazione per serramenti - Milano

INDIETRO